RADIOHEAD High and dry 

“Ho un piccolo libro nero con le mie poesie
ho una sacca con uno spazzolino e il pettine
quando faccio il bravo cane
qualche volta mi gettano un osso
ho elastici che tengono su le scarpe
ho una di quelle depressioni da mano gonfia
ho tredici canali di merda alla TV tra cui scegliere

Ho la luce elettrica
e ho una seconda vista
ho stupefacenti capacitÓ di osservazione
ed Ŕ per questo che so
che quando prover˛ a chiamarti al telefono
non ci sarÓ nessuno in casa

Ho la permanente obbligatoria alla Hendrix
e le inevitabili bruciature
sul davanti della mia camicia di raso preferita
ho macchie di nicotina sulle dita
ho un cucchiaino d’argento appeso ad una catenina
ho un pianoforte a coda
su cui esporre i miei resti mortali
ho selvaggi occhi magnetici
ho un gran bisogno di volare
ma non ho nessun posto in cui volare
oh, piccola, quando alzo il telefono
non c’Ŕ ancora nessuno in casa

Ho un paio di stivali Gohills
ed ho radici che scompaiono”